Come sfruttare al meglio le Facebook ADS con soli 100 euro di budget

By 10 aprile 2018Blog

È giunto il momento di fare i conti con una verità ineludibile: Facebook non è gratuito.

I recenti aggiornamenti dell’algoritmo, che hanno ulteriormente ridotto la visibilità delle pagine pubbliche, ne sono la conferma.
Per non diventare (quasi) completamente invisibili sulla piattaforma sarà sempre più importante prevedere all’interno della propria strategia di comunicazione un mix equilibrato di attività organica e a pagamento.

In altre parole, se desideri che quella della tua azienda o piccola attività commerciale sia più di una presenza sterile dovrai investire del budget per renderti visibile.

E qui arrivano i problemi: non sempre c’è la possibilità (soprattutto per piccole aziende o attività commerciali locali) di avere importanti budget a disposizione.

Del resto anche aziende più strutturate e con maggiori disponibilità economiche faticano a percepire l’utilità di investire in Facebook ADS (o altre forme di web marketing).

Ottenere buone performance con grandi budget a disposizione è facile (più o meno), ma come fare quando abbiamo solo 100 euro da investire?

Sfrutta al massimo ciò che hai già

Inizia a pubblicare regolarmente sulla tua pagina e prenditi cura dei contenuti che condividi.

Così come tieni pulito ed ordinato il tuo negozio, aggiornando l’assortimento e rinnovando le vetrine è altrettanto importante dedicare la giusta attenzione alla pagina Facebook della tua attività.

Ritagliati mezz’ora al giorno (vedrai che con un po’ di allenamento basterà anche meno) per:
– scrivere dei testi in un italiano corretto, che suscitino emozione, descrivano le ultime novità, dimostrino la tua competenza e la passione per il tuo lavoro
– realizzare delle immagini di buona qualità anche servendoti di strumenti di grafica semplici da utilizzare come Canva o Crello . Bando a foto sfocate, buie, talmente ravvicinate al prodotto da non renderlo distinguibile, collage a dir poco “artigianali”.

Quando pubblichi dei contenuti monitora i risultati nelle 24 ore successive. Se ottengono buone performance vuol dire che hanno attirato l’attenzione dei tuoi utenti, allora perché non destinare un piccolo budget per potenziarne la visibilità tra i tuoi fan (ricorda non tutti i tuoi follower vedono ciò che pubblichi) o anche fuori dalla tua rete?

L’efficacia del meccanismo della “riprova sociale” è, ormai, ampiamente dimostrata.

Per promuovere il contenuto, però, meglio non utilizzare il tasto “metti in evidenza” che trovi sotto il post, ma il pannello “Gestione inserzione” che ti dà maggiori possibilità di profilazione.

Scegli bene i tuoi obiettivi

Nessuna strategia può avere successo se mancano due elementi fondamentali: strategia, appunto, ed obiettivi.

Facebook ti dà la possibilità di scegliere tra diverse campagne ed obiettivi di marketing. Qualche esempio? Eccolo:
copertura: adatto a piccoli brand e attività locali per mostrare l’inserzione al maggior numero di persone possibile
traffico: utile, ad esempio, se vuoi invogliare le persone a visitare il tuo sito web
interazione: se vuoi aumentare l’engagement dei tuoi contenuti.

Usa i pubblici personalizzati

Per ottenere risultati tangibili (aumento delle vendite, scontrino medio più alto, nuovi clienti, clienti fidelizzati, etc.) devi innanzitutto farti conoscere, lavorando sulla brand awareness, e conquistare la fiducia dei tuoi clienti o potenziali tali.

Anche in questo caso ti vengono in aiuto gli strumenti che Facebook mette a disposizione, tra questi i pubblici personalizzati (Custom Audience) ed i pubblici simili (cosiddetti Lookalike Audience o LAL).

Si tratta di pubblici che hanno già avuto a che fare con te o il tuo brand (ad esempio visitando il sito internet o interagendo con la tua pagina Facebook) o molto simili (lookalike, in inglese) a questi ultimi.

Lavorando su queste tipologie di pubblico ottimizzerai i risultati delle tue inserzioni e col tempo (la fiducia non si ottiene da un giorno all’altro) migliorerai anche le tue entrate.

Monitora i risultati

A cosa serve darsi degli obiettivi se poi non si monitorano i risultati?

Le metriche da tenere in considerazione sono tantissime, ma ad ogni obiettivo corrispondono precisi KPI da controllare.

Il tuo obiettivo è quello di aumentare le visita al sito? Guarda il numero di clic che Facebook ti ha procurato, il loro costo, ma valuta anche il tempo di permanenza degli utenti sulla pagina a cui li hai indirizzati (ovviamente in relazione al suo contenuto).

Vuoi stimolare l’engagement? Monitora il numero di persone raggiunte (reach/copertura) e le interazioni ricevute (reaction, commenti e condivisioni).

In generale la parola d’ordine dev’essere: testare tutto, sempre e comunque per capire ciò che funziona, ma soprattutto quello che non funziona ed ottimizzare i risultati.

Affidati ad esperti

Se pensi di non avere il tempo o la capacità per stare dietro a tutto ciò rivolgiti ad esperti, non cadere nella tentazione di affidare la gestione delle tue inserzioni a chi non ha esperienza solo perché ti chiede poco o lo fa addirittura gratis.

Ricorda: se credi che un professionista costi troppo, pensa quanto ti costerà un dilettante!

Se hai bisogno di aiuto o di una consulenza chiamaci o visita la sezione “Contatti ”.